Come posso recuperare dati da un SSD

I dispositivi a stato solido (SSD) si basano su nuove tecnologie, che non sono ancora del tutto completamente comprese, in quanto sono proprietarie e di solito non vengono rivelate dai loro produttori. Queste tecnologie sono complesse e in continua evoluzione, creando sfide continue per i software di recupero dati SSD. Tra di loro ci sono la crittografia, il TRIM e il sovra provisioning.

Come funziona un SSD?

Molti SSD utilizzano come predefinita la crittografia. Ha lo scopo di proteggere i dati memorizzati nel dispositivo. Il meccanismo di crittografia utilizzato può essere basato su software o hardware. Per accedere ai dati, la crittografia richiede specifiche credenziali che devono essere conosciute dall’utente. In caso contrario, non si potrà accedere ai dati. Ad esempio, Microsoft utilizza BitLocker, che consente la crittografia completa del disco e le chiavette di memoria ScanDisk contengono il proprio Secure Access Vault proprietario.

recupero SSD

TRIM è un processo che pulisce le pagine con dati non validi. Nelle unità SSD abilitate per TRIM, questa operazione viene eseguita in background dal garbage collector. Alcuni produttori, come Intel, utilizzano firmware personalizzato per implementarlo. TRIM è descritto nel protocollo SATA come avente tre diversi tipi: non deterministico, lettura deterministica dopo TRIM (DRAT) e zeri deterministici dopo TRIM (DZAT). Solo DZAT esegue una pulizia completa e permanente, sostituendo il contenuto con zeri dopo la cancellazione. Tuttavia, poiché la mappatura delle unità viene eseguita costantemente per liberare gli indirizzi, i dati potrebbero rimanere intatti, anche se vengono segnalati come puliti. Microsoft fornisce un’utilità denominata fsutil, che può essere utilizzata per verificare se il meccanismo TRIM è abilitato o meno automaticamente. Questa utility è disponibile da Windows 7 in poi.

Overprovisioning è un meccanismo destinato ad aumentare la durata della vita SSD. Significa semplicemente aggiungere alcuni blocchi aggiuntivi che sono riservati dal controller e può essere usato per sostituire quelli falliti. Ad esempio, un dispositivo che sostiene di contenere 120 GB potrebbe in realtà avere più spazio di archiviazione disponibile..

Come queste tecnologie possono influenzare il recupero dati su SSD?

Queste tecnologie introducono una sfida in più per il recupero dei dati SSD.

La crittografia rende necessario avere le credenziali. A causa di ciò, gli esperti consigliano di conservarne una copia in un luogo sicuro. Se utilizzate di recente, queste credenziali potrebbero essere disponibili nella RAM e recuperabili con un software dedicato.

TRIM crea seri ostacoli, soprattutto se fatto automaticamente. In questo caso particolare, anche lo spegnimento, dopo che il comando è stato emesso dal sistema operativo, non ne interrompe l’esecuzione. Una volta che il computer è di nuovo attivo, il sistema operativo continuerà a funzionare. Questo è particolarmente importante in quanto Microsoft utilizza solo DZAT in Windows. In altri casi, alcuni dati possono essere recuperati con strumenti hardware specifici per il recupero dei dati SSD.

L’overprovisioning potrebbe influire sul recupero dei dati SSD poiché alcuni spazi di archiviazione potrebbero non essere considerati come disponibili o utilizzati.

Come posso pianificare cosa fare in caso di perdita di dati?

Il passo più cruciale è smettere di usare il dispositivo e mantenerlo nelle migliori condizioni possibili. Il secondo passo è fare un’immagine del dispositivo e provare a recuperare i dati persi da questa copia. In questo modo, la fonte originale non viene influenzata dal processo di recupero. Il terzo è utilizzare un software di recupero dati SSD come Disk Drill e scansionare l’immagine. Questa applicazione è disponibile per Windows e Mac. Ha una versione scaricabile gratuitamente e una versione Pro.

Scarica l'app per il recupero dati Disk Drill per Windows per Mac

recupero dati ssd

Come posso utilizzare Disk Drill per recuperare i dati da un SSD?

Disk Drill è dotato di due utili funzionalità: Quick Scan e Deep Scan. Il primo è utile quando i dati sono andati perduti di recente. Con le vecchie eliminazioni, la scansione approfondita è di gran lunga più comoda. Tuttavia, una scansione funzionerà solo se TRIM non ha già pulito lo spazio di archiviazione.

La scansione può essere eseguita, messa in pausa e la sessione salvata. Poiché il processo di recupero dei dati SSD può richiedere da alcuni minuti a diverse ore, a seconda delle dimensioni del dispositivo, quest’ultima funzionalità consente di interrompere l’operazione e continuare in seguito, senza perdere il lavoro già svolto.

Per Mac, se Guaranteed Recovery (GR) è abilitato, alcuni dati possono essere recuperati. Questa funzionalità è fornita solo da Disk Drill. In pratica mantiene una copia, che può essere recuperata, di qualsiasi file inviato a una cartella specificata.

Altrimenti, è molto importante adottare misure preventive come regolari backup di informazioni critiche.

Come posso creare Back Up con Disk Drill?

Creare backup con Disk Drill è semplice. Questo software per il recupero dati SSD viene fornito con l’opzione “Esegui il backup in un’immagine del disco recuperabile”. Pertanto, le informazioni possono essere salvate in un file dmg, img o iso e successivamente recuperate con Disk Drill o qualsiasi altro software per la gestione di file immagine disponibile sul mercato.

Come recuperare i dati da un disco rigido SSD danneggiato updated: marzo 24, 2018 author: VL
Hai ancora domande? Contattaci oppure visita il nostro Forum Pubblico