Recuperare Dati sul disco rigido del tuo iMac

Le cose accadono, perdere documenti aziendali, foto di famiglia o video può essere molto sconvolgente e inopportuno. Se i file sono scomparsi dal disco rigido dell'iMac, Disk Drill può aiutare.
Recuperare Dati sul disco rigido del tuo iMac
La perdita di dati sul disco rigido dell'iMac può verificarsi per molte ragioni. Indipendentemente dalla causa - svuotamento del cestino, partizione persa o danneggiata, crash del disco rigido - Disk Drill può aiutarti con il ripristino dei dati sul disco rigido iMac. A volte i tuoi dati vengono sovrascritti e sono del tutto andati - ma non sempre! Disk Drill può eseguire la scansione del tuo iMac e vedere se i tuoi file sono ancora presenti. E meglio di tutti, l'edizione Disk Drill Basic è completamente gratuita .

Preparazione al recupero dei dati

Tutte le volte che hai necessità di recuperare dati Mac dal disco rigido del tuo iMac, devi esser sicuro di utilizzare il meno possibile il tuo iMac perchè ogni attività può risultare nella sovrascrizione dei dati che si sta cercando di recuperare. Istallare Disk Drill in modalità disco o nella modalità portatile saranno le migliori opzioni. Assicurati di avere a disposizione un capiente disco rigido esterno per salvare tutti i dati recuperati — preferibilmente uno, grande quanto il disco rigido dell'iMac per salvere l'intero disco. E per piacere leggere questo articolo in presenza di iMac con disco SSD (flash o Fusion drive).
  • 1Scaricare Disk Drill
  • 2Trascinare nella cartella delle Applicazioni
  • 3Avviare Disk Drill

Installazione e Scansione

Installare Disk Drill su un altro Mac (si si usa la modalità target disk) o su un disco esterno (se si usa la modalità portatile). Una volta installato, avviare l'applicazione per esser pronti per il recupero dei dati iMac.
Seleziona l'unità interna dall'elenco delle unità e fai clic sul pulsante "Recover". Disk Drill passerà attraverso ciascuna delle sue opzioni di scansione una per una e visualizzerà l'elenco dei file che ha trovato. Istallazione e Scansione

Proteggere i tuoi dati

Dopo aver recuperato i file, assicurati di attivare le funzioni di protezione dei dati del disco rigido: Recovery Vault, Guaranteed Recovery e monitoraggio S.M.A.R.T. Queste funzionalità contribuiranno a ridurre al minimo la probabilità di perdita di dati in futuro e renderanno molto facile recuperare rapidamente i dati sul disco rigido di iMac.
Proteggere i tuoi dati

Anteprima e recupero

Rivedere attentamente l'elenco dei file per vedere se ci sono i file necessari. I file potrebbero non avere nomi familiari, ma è possibile filtrare per tipo di file e dimensione per ordinare l'elenco.
Visualizzare i file facendo clic sull'icona di anteprima (occhio) accanto al nome del file. È importante l'anteprima perché altrimenti non saprai se il file è danneggiato. Al termine, seleziona i file che hai scelto per il ripristino dei dati sul disco rigido dell'iMac e fai clic sul pulsante "Recover". Anteprima e recupero

Deep Scan lavora sulle firme di file

Quando si leggono i dati grezzi da un disco rigido con Deep Scan, Disk Drill non si preoccupa se è FAT, NTFS, o altro. Tutti i dati sono una serie di byte per il software per il recupero dati. Questo è esattamente dove Disk Drill inizia a applicare la propria conoscenza delle firme di file. E ne ha parecchia! Una volta trovata la firma nota, è facile ricercare i tipi di file come .jpg, .doc o .xls, etc.

Nessuna ragione per esitare!

Disk Drill 3
Il tuo vero compagno per il recupero del disco rigido iMac

Altre Istruzioni How To

  • 10+ Million
    DOWNLOADS TOTALI
  • 500,000+
    CLIENTI PROFESSIONISTI
  • UTENTI DOMESTICI E DI LAVORO
    in più di 150 paesi

Clienti e guru del software dicono

  • Madelyn Kotara
    Volevo solo ringraziarvi! Il mio cellulare aveva cancellato tutti i dati, e la notte prima avevo cancellato un'archivio .rar dei suoi contenuti dal mio computer. Ho provato a recuperarlo con Disk Drill e TUTTI i dati erano intatti al 100%. GRAZIE MILLE!
  • Disk Drill 2 è la vostra prima e unica linea di difesa per combattere i volumi malandrini sui Mac, e la versione Pro si ripaga da sola già dalla prima volta in cui vi troverete nei guai. Tranne che per l'interfaccia utente un po' in disaccordo con OS X El Capitan, il mio unico monito è quello di aspettare un po' per l'imminente uscita della versione 3.0, in modo tale che il vostro investimento sia il più possibile duraturo, specialmente visto che la versione Basic offre abbastanza tranquillità per ora senza dover mettere mano al portafogli. J.R. Bookwalter | @JRBTempe